Sei su:

Home News 6/9 ottobre - Giornate Internazionali dei Comuni Verso Rifiuti Zero: Collesano presente a Capannori
6/9 ottobre - Giornate Internazionali dei Comuni Verso Rifiuti Zero: Collesano presente a Capannori
News
Lunedì 17 Ottobre 2011 16:13

logo_rifiutizeroIl Sindaco Giovanni Battista Meli: "E' arrivato il momento di riflettere sul futuro dei nostri rifiuti"

Si sono svolte con grande successo a Capannori (Lucca) nei giorni 6-7-8-9 ottobre, quattro intense giornate di confronto tra comuni e città che, in Italia e nel mondo, hanno adottato la strategia “verso Rifiuti Zero nel 2020”.

Collesano, primo comune siciliano ad aver adottato con delibera consigliare l’adesione a questo ambizioso percorso, è stato invitato ed era presente con il Sindaco Giovanni Battista Meli e il consulente per l’Ambiente dott. Luca Boccalatte.

Hanno partecipato all’evento un nutrito numero di delegazioni internazionali dagli USA (Prof. Paul Connett-nella foto a sinistra-, Jack Macy in rappresentanza della municipalità di San Francisco), dalla Catalogna, dai Paesi Bassi, dal Galles e dalla Svezia.
Dall’Italia erano presenti delegazioni ufficiali di circa 35 comuni, oltre ad attivisti da praticamente ogni parte del paese.
Ben nutrita la rappresentanza dei comuni siciliani, oltre a Collesano erano infatti presenti Marineo, Calatafimi Segesta, Mussumeli e Biancavilla.
Significative ed arricchenti le testimonianze di tutti i partecipanti che hanno portato a condivisione le esperienze maturate nel condurre questo impegnativo cammino verso la società del “riuso e del riciclo”, sfida che rappresenta il primo e più importante passo verso la sostenibilità.
Particolarmente toccante la testimonianza del vicesindaco di Napoli (56° comune italiano ad aver deliberato l’adesione a Rifiuti Zero) che ha chiesto il supporto di tutte le realtà italiane e internazionali presenti per mettere in atto la coraggiosa “rivoluzione” intrapresa.
Nel suo intervento il Sindaco Giovanni Meli ha sottolineato come, similmente a quanto accade in Campania, anche in Sicilia la gestione dei rifiuti è ancora molto critica e che è assolutamente auspicabile che la “rete” dei comuni Rifiuti Zero metta a disposizione di chi ha appena iniziato il percorso, “know-how” e supporto tecnico.
Alla luce della recente nomina a vice-presidente dell’Ente Parco Madonie, il Sindaco ha quindi ventilato l’ipotesi, subito condivisa e sostenuta dall’assemblea, che l’esperienza di Collesano possa essere estesa all’intero territorio del bellissimo Parco Regionale.
I temi della sostenibilità, tanto cari al dinamico sindaco di Collesano (imminenti pure l’organizzazione di un convegno sulla bioedilizia) potrebbero dunque portare in un prossimo futuro alla costituzione del primo “BioParco Regionale verso Rifiuti Zero”.
Parlerò con i sindaci del territorio”, dichiara Meli, “perché siamo in grande ritardo e dobbiamo affrontare la problematica con grande senso di responsabilità. Partecipare a questi eventi serve a rendersi conto che la strada da fare è ancora in salita, anche per chi ha intrapreso cammini virtuosi. In altre zone del nostro paese Italia la raccolta differenziata tocca punte dell’85% e con queste percentuali ci si può permettere di avviare lo studio della frazione residuale coma accade nel Centro di Ricerca Rifiuti Zero Capannori”.
“Al contrario nel nostro territorio”, prosegue Meli, “si perde tempo prefigurando strategie di chiusura del ciclo dei rifiuti basate su tecniche di distruzione termica. Basta questo per capire quanto sia necessario ed urgente che il territorio delle Madonie imbocchi unitariamente la strada del vero virtuosismo”. “Per questo motivo ho deciso di dedicare ogni mia energia come sindaco per dimostrare che Collesano può diventare un laboratorio, un progetto pilota in grado di costituire un esempio per gli altri comuni”.

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon
 

Area Riservata

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser se ne accettano le condizioni. Per maggiori informazioni sulla Privacy Cookie clicca qui.